Il viaggio di Cafarnao – Caos e miracoli è inarrestabile. Iniziato l’8 maggio 2018 con gli applausi del Festival di Cannes, ha fatto tappa in tutte manifestazioni cinematografiche più importanti al mondo: dall’Oscar ai BAFTA. Prossima tappa le sale italiane, che proietteranno il film dall’11 aprile.

La standing ovation a Cannes e la candidatura all’Oscar

Mentre Nadine Labaki saliva la famosa scalinata al Palais des Festivals et des Congrès di Cannes, non immaginava che avrebbe percorso anche il red carpet del Dolby Theatre, per la serata degli Oscar.

Due serate eccezionali per la regista libanese e per il suo film, premiato al festival francese con il Premio della Giuria e 15 minuti di standing ovation, e protagonista nella notte degli Oscar con una nomination nella categoria Miglior film straniero per il Libano.

Cafarnao conquista il pubblico dei festival di tutto il mondo

Il premio che il film è riuscito a vincere in quasi tutti i festival a cui ha partecipato, è stato quello del pubblico. Cafarnao vanta una notevole collezione di Audience Awards, i premi assegnati dagli spettatori. I festival internazionali di Melbourne, Norvegia, Sarajevo, Miami, San Paolo, Leeds, Stoccolma, Rotterdam, Calgary e Acadia hanno riconosciuto il valore del film che, durante le proiezioni in sala, ha ricevuto un vasto consenso popolare.

Anche il piccolo Zain al-Rafeea ha avuto il suo personale riconoscimento, vincendo come Miglior attore all’Antalya Golden Orange Film Festival (Turchia) e al New Mexico Film Critics. Alla regia di Nadine Labaki è andato l’Asia Pacific Screen Award, premio nato da un’iniziativa che vede coinvolta l’UNESCO.

Candidature da sogno: dai Golden Globe ai BAFTA

Prestigioso l’elenco delle nomination in cui Cafarnao è stato inserito come Miglior film straniero: dagli ambiti Golden Globe Awards e Critics’ Choice Movie Awards fino ai BAFTA e César. Cafarnao è inoltre stato inserito tra le Presentazioni Speciali del TIFF (Toronto International Film Festival), uno dei più importanti appuntamenti cinematografici worldwide.

Ma il viaggio continua: prossima fermata, i cinema italiani.